Riabilitazioni e Cancellazioni

DIVENTA PARTECIPE DEL NOSTRO SUCCESSO

Aprire un’ Agenzia CRC® s.r.l. significa approfittare di un’ottima opportunità di business, potrai unire la tua intraprendenza al nostro know-how, esaltando le tue potenzialità imprenditoriali.

riabilitazioni centro riabilitazioni creditizie Riabilitazioni e Cancellazioni

Cancellazioni CAI-CR

Si può procedere alla richiesta di cancellazione se il cliente ha provveduto a pagare la posizione debitoria risultante dalla visura attraverso il deposito dell’intera somma risultante dalla stessa.

Cancellazione registri immobiliari

Si può procedere alla cancellazione se il cliente ha provveduto a pagare la posizione debitoria risultante dalla visura attraverso il deposito dell’intera somma.

Cancellazione CRIF-CTC-EXPERIAN

Si può procedere alla cancellazione, attraverso la messa in mora della Banca dati di riferimento, qualora le posizioni debitorie rientrino nella fattispecie prevista dal Codice deontologico.

Cancellazione protesti

Il protesto può essere cancellato dal Registro Informatico dei Protesti, prima che decorrano i cinque anni, presentando apposita istanza all’Ufficio Protesti della Camera di Commercio competente nelle seguenti ipotesi:

  • avvenuto pagamento;
  • erroneità o illegittimità;
  • a seguito di riabilitazione.

La tua azienda ha chiuso per fallimento?

Esdebitazione fallimentare

La legge delega 14 maggio 2005, n. 80, art. 6 lett. a/13 ha previsto di introdurre la disciplina dell’esdebitazione e disciplinare il relativo procedimento nei confronti dei creditori concorsuali non soddisfatti qualora:

  • abbia cooperato con gli organi della procedura fornendo tutte le informazioni e la documentazione utile all’accertamento del passivo e al proficuo svolgimento delle operazioni;
  • non abbia in alcun modo ritardato o contribuito a ritardare la procedura;
  • non abbia violato le disposizioni di cui alla gestione della propria corrispondenza;
  • non abbia beneficiato di altra esdebitazione nei dieci anni precedenti la richiesta;
  • non abbia distratto l’attivo o esposto passività insussistenti, cagionato o aggravato il dissesto rendendo gravemente difficoltosa la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari o fatto ricorso abusivo al credito;
  • non sia stato condannato per bancarotta fraudolenta o per delitti contro l’economia pubblica, l’industria e il commercio.
  • Cancellazione CCIAA seguito chiusura fallimento.

 

Si può procedere a tale richiesta immediatamente a condizione che il Fallimento sia stato chiuso dal Curatore Fallimentare.